Conosciamo Temari e Tadassar (TNT)

Data 23.03.2017 - Categoria: Interviste

Quest’oggi abbiamo chiesto ad una coppia di ragazzi conosciuta nell’ambito delle fiere Comics e del Cosplay le loro opinioni su questo magico mondo.

Prima di tutto vorremmo presentarvi brevemente i nostri ospiti, Claudia ed Alessio.

Claudia è conosciuta nel mondo del Cosplay con lo pseudonimo di Temari ed Alessio conosciuto invece come Tadassar. Questa coppia ha incominciato il loro cammino nel Cosplay nel lontano 2004, quando ancora non esistevano ne siti dove comprare parrucche e neanche forum su questo argomento. I due ragazzi si sono conosciuti grazie al Cosplay nel 2006, anno nel quale sono divenuti una vera coppia nella vita. Nonostante ciò non hanno sempre fatto Cosplay assieme, a causa dei loro differenti gusti nella scelta del proprio personaggio. Tra i loro costumi di coppia spuntano personaggi tratti da World of Warcraft (Warlock e Blood Elf), Puzzle Bobble (Cleon e Tam Tam), One Piece (Nami e Jango) e personaggi Fantasy come i Satiri.

 

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

 

La loro passione li porta a varcare il confine tra spettatore e partecipante nelle fiere, infatti nel 2007 iniziano la loro “carriera” come conduttori di gare Cosplay. Come ogni inizio anche il ruolo dei presentatori, in quegli anni, non è paragonabile a quello che possiamo vedere oggi. Per esempio, i presentatori non sapevano leggere correttamente tutti i nomi dei personaggi e non mettevano personalità e divertimento in quello che facevano. Così hanno iniziato questa nuova avventura. 

Possiamo dire che Temari e Tadassar siano stati tra i primi conduttori a presentare in Cosplay e in qualche modo hanno lasciato un loro contributo per fondare le basi per rendere al meglio e il più godibile una gara Cosplay. Le loro conduzioni sono state fatte in maniera differente in differenti eventi Cosplay, tra cui possiamo citare: Cecina Comics, Vada Comics, Agliana Moonlight e la Festa dell’Unicorno di Vinci, fino alla loro ultima conduzione a San Marino Comics.

 

 

Nel corso degli anni oltre a vivere le varie manifestazioni comics in Italia come Cosplayer hanno avuto la possibilità di poter mettere in atto le loro idee come organizzatori. Ma come avranno vissuto le loro esperienze? Cosa gli avrà spinti a diventare la coppia che oggi conosciamo? Non ci resta che scoprirlo insieme.

“Buongiorno ragazzi, prima di tutto vi ringraziamo per aver accettato il nostro invito per questa intervista. Per iniziare vorremmo che descriveste il Cosplay in tre parole”

-Alessio: “Hobby, antistress, capovolgimento”

-Claudia: “Duro lavoro, divertimento, amicizia”

“Le persone vi conoscono come TEMARI e TADASSAR , o più semplicemente ed esplosivo TNT. Perché avete deciso di chiamarvi così?

-Alessio: “Beh è stata un unione di cose, Tadassar e Temari... tutte iniziali con la T, siamo un duo/coppia, facciamo scintille e l'assonanza è venuta in un lampo”

-Claudia: “Le iniziali dei nostri Nick, si sposavano perfettamente e la coppia esplosiva si sposava bene”

-Alessio: “Però ci conoscono anche molto in singolo (più lei)“

“Come mai è conosciuta più Claudia?”

-Alessio: ”Di recente ha fatto più fiere di me, è molto più attiva ed ha vinto anche recentemente in 2 belle fiere/competizioni quali: Cartoomics e Giffoni

-Claudia: ”Ho fatto più costumi e fatto più gare”

- Alessio: "Io ho arrestato parecchio nell'ultimo periodo"

 

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

 

“A proposito di questo. Avete ricevuto un successo dopo l'altro, da Cosplayer a presentatori, da giudici a organizzatori, quale ruolo vi è piaciuto e quale invece è stato il più difficile?”

-Alessio: “Presentare è sempre stata la mia passione, mi inebria, mi dà una carica che nessun'altra cosa me ne rende uguale. Organizzare è piacevole, rendersi utili e scervellarsi per far funzionare una fiera è appagante, ma mai come presentare e stare davanti al pubblico a cercar di farlo rendere partecipe ed attivo. Ho fatto Cosplay, mi sono fermato per un periodo e forse adesso ho trovato lo stimolo giusto per farne altri (stimolo leggasi come compagnia giusta). Fare il giurato ti dirò la verità, mi ha fatto molto piacere e mia ha reso tanto onore, ma non è quello che ho cercato in questo ambiente. Organizzare è quantunque la cosa più difficile.”

-Claudia: “Mi è piaciuto fare la presentatrice, stare col pubblico, improvvisare e divertire è il massimo. Gestire e creare una fiera è gratificante ma molto laborioso”

“La cosa che lega ogni cosa mi sembra di capire che chi vi sta intorno influisce un po' il vostro legame con questo mondo... Cosa mi fa pensare al Cosplay successivo? Nell’ottica di affrontare nuova sfide, cosa vi fa dire: "Sì questa avventura facciamola!"

-Alessio: “Bella domanda. Di base scelgo qualcosa che mi piace veramente tanto oppure che mi ci posso immedesimare bene (caratterialmente parlando), altresì scelgo cose impossibili che purtroppo rimarranno sempre e solo un sogno dato il mio poco tempo a disposizione. Per quanto concerne la seconda domanda, adesso recentemente essendomi affiancato ad un gruppo ci limitiamo a scegliere personaggi che possono essere inseriti in un contesto di (passami il termine) "GRUPPONE", dato la quantità abnorme di persone all'interno. Ovviamente facciamo un check physique du rôle e poi ci scegliamo i personaggi”

-Claudia: “Io vado molto a sensazione, non seguo le mode, diciamo quando mi sento ispirata parto. Ah e ovviamente sempre personaggi che conosco”

“Per voi sono meglio i Cosplay o gli Original?”

-Alessio: “Entrambi”

“Fantasy o Steampunk?”

-Claudia: “Cosplay e fantasy. Lo Steampunk non mi piace”

“Cosa pensate sui Cosplay Original? Che impatto possono avere sulle varie fiere che si basano sui Cosplay ‘che vanno di moda’?”

-Claudia: “Mmm preferisco seguire fedelmente il costume”

-Alessio: “I Cosplay Original non mi danno fastidio in nessun modo, ovviamente se hanno un senso logico. Per quanto riguarda l'impatto, dipende dalla fiera stessa o del contesto di essa. Se prendiamo "La Festa dell'Unicorno" il Cosplay Original è integrato nel panorama stesso della fiera e non viene disprezzato. In altre realtà per quanto possano essere ‘Scomodi’ non hanno impatti eclatanti ma solo discutibili”

“Voi siete Cosplayer genitori! Il che è fantastico! Come ha cambiato la vostra vita il piccolo Erik nel mondo Cosplay, oltre alla vita privata ovviamente?”

-Alessio: "La vita privata è cambiata molto perché gli impegni che ti porta, nonostante tutto, ti cambiano il modo di vedere le cose e ti portano via del tempo che in caso di sua assenza avresti usufruito in altri modi. Quindi il tutto porta a fare meno Cosplay e meno tempo da dedicare a questo hobby. Detto questo non cambierei la situazione in corso per niente al mondo.

-Claudia: “Beh sicuramente sono cambiate le priorità, il tempo libero si è riempito e quindi adesso il Cosplay viene fatto molto alla leggera o comunque più lentamente”

“A quali eventi avete partecipato con più emozione?”

-Claudia: “Per me Lucca è sempre un’emozione, sia come fiera che come palco per esibirsi”

-Alessio: “In primis le nostre prime conduzioni alla ‘Festa dell'Unicorno’ dove facevamo i matti ma ci si divertiva assai; ma non disdegno neppure qualche Lucca Comics”.

 

 

“Cos’è per voi Lucca Comics?”

-Alessio: "Dato che il prossimo sarà il mio ventesimo Lucca Comics di fila, direi che, oltre ad una normalità ed una costanza è un alienarsi dal mondo reale per un fine settimana ed un punto di ritrovo per tante cose”

-Claudia: “Lucca è LA Fiera, la mia prima, è quella dove ho conosciuto Ale e per questo rimane nel mio cuore”

“Come avete vissuto i cambiamenti di Lucca Comics?”

-Claudia: "Io bene, è sempre andata migliorando, anche se è affollatissima"

-Alessio: "Malissimo in realtà. Adoravo lo spazio al chiuso del palazzetto dello sport i primi tempi e amavo follemente la Lucca nel parcheggio con quel ghiaino bianco. La nuova Lucca mi stucca”

“Ultimissima domanda: dietro ogni costume c'è una storia o un evento da ricordare, qual è il vostro ricordo di un Cosplay oppure in Cosplay che vi appartiene?”

-Claudia: "Un costume che mi appartiene è sicuramente Seras victoria da Hellsing, mi piace lei, mi piace la serie ed è uno dei pochi costumi su cui ho continuamente cercato di migliorarlo”

-Alessio: “Ne avrei due in verità il primo è Sirio il dragone con il quale alla mia prima apparizione in Cosplay al Lucca comics ho vinto; ma adoro tantissimo Zell Dincht un personaggio che amo e che mi calza a pennello”

“Quali storie o eventi hanno lasciato un ricordo molto particolare per voi con questi costumi?”

-Claudia: “Beh non ho storie particolari, ho solo i ricordi dell'impegno meticoloso col quale ho cercato di renderlo sempre piu perfetto (ed ancora vorrei migliorarlo)”

-Alessio: “Sirio beh dice tutto, prima presenza ad una gara e conseguente prima vittoria a Lucca in solo come miglior maschile; Zell è praticamente il mio Cosplay, ci ho fatto bischerate e ne ho fatto la rappresentazione del finale di FFVIII, ma soprattutto la compagnia e le risate che ci ho fatto con il gruppo”

 

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

Fotografo: Leonardo Bigliazzi

 

Articolo di Marco Spoleti e Alice Pardini




© ItalianCosplay.com 2016 - privacy - cookie
Associazione Culturale
ITALIAN COSPLAY Via Dei mille N. 13
Pontedera (PI) 56025
C.F - P.IVA 02225140504